skip to Main Content
Researcher

Selenia Marabello

General field of research

Anthropological studies

Project by

Bruno Riccio, Alma Mater Studiorum - Università di Bologna

  • Abstract
  • Una prospettiva di genere e la focalizzazione su pratiche di convivialità costituiscono le caratteristiche specifiche di questa indagine antropologica. Per convivialità si intende sia un’idea di socialità sia una prospettiva di analisi capace di leggere i modi di vita in comune (Nowicka, Vertovec 2014), osservando le pratiche concrete e i processi di accomodamento dei conflitti, così come di ridefinizione dei confini tra gruppi.
    In questo progetto, volto ad analizzare alcune pratiche sociali sperimentate da organizzazioni sociali in contesti socio-educativi, istituzionali e informali, ci si propone di testarne proprio la valenza euristica.
    Attraverso l’osservazione partecipante in un’organizzazione che unisce servizi educativi per l’infanzia e di accoglienza del nucleo mamma-bambino, e negli spazi creati da una rete informale di famiglie che ospita a cena universitari di diversi paesi africani, si effettuerà una ricerca sulle reti sociali che si dipanano e oltrepassano le istituzioni ricostruendo diversi modi di convivenza. Simone (2004) estende il concetto di infrastruttura – snodo di risorse e possibilità di sviluppo economico in ambito urbano – alle persone capaci di assemblare oggetti, spazi e pratiche disparate per reagire ai processi di marginalizzazione socioeconomica. La transazione di beni, idee e progetti di mobilità fisica o sociale, presi in esame, può farci identificare silenti “infrastrutture” umane della convivialità? Attraverso un’analisi etnografica di alcune reti sociali si proverà a rispondere a questa domanda cercando di individuare potenziali forme di rigenerazione sociale che, proprio perché connesse a “legami deboli” (Granovetter 1973) che attraversano gli spazi pubblici ma prendono forma in quelli domestici, stentano a emergere.

Back To Top